KONSTANTIN VIALOV

Figura costruttivista - KONSTANTIN VIALOV
Figura costruttivista (Vialov2)
Figura costruttivista - Fabbro - KONSTANTIN VIALOV
Figura costruttivista - Fabbro (Vialov 1)

Konstantin VIALOV (Mosca 1900 – 1976)

Pittore, grafico, illustratore e scenografo russo.
Dal 1914 al 1917 Vialov studia design tessile presso la scuola di disegno tecnico Stroganov a Mosca. Dopo la rivoluzione, fino al 1924, prosegue la sua formazione presso le scuole statali d'arte e tecnica SVOMAS e VKhUTEMAS, sotto la guida di Wassily Kandinsky, Vladimir Tatlin, Aristarkh Lentulov e David Shterenberg. Sostenitore del Costruttivismo e seguace delle idee di Tatlin e Malevich, nei primi anni Venti realizza controrilievi, sculture e composizioni astratte. Dal 1925 al 1928 Vialov è uno dei fondatori e rappresentante di spicco dell’associazione OST (società degli artisti di cavalletto), un gruppo composto da studenti VKhUTEMAS che avevano studiato nella bottega di Shterenberg e il cui obiettivo era aderire il più possibile alla contemporaneità con una nuova lingua, rifiutando la narrazione letteraria. Anche sua moglie, la pittrice Elena Konstantinova Melnikova, ne era membro. Con questo spirito innovatore Vialov si applica in espressioni artistiche socialmente significative, in particolare la grafica di riviste, libri, manifesti, scenografie teatrali e la progettazione di spazi urbani. Entra a far parte dell'Unione degli Artisti dell'URSS nel 1932. In quegli anni viaggia attraverso tutto il paese, affascinato dalla radicale trasformazione industriale che lo ha investito. Durante la seconda guerra mondiale realizza una serie di manifesti per la TASS sui temi dell’aviazione e della marina, raffiguranti l’eroica quotidianità di piloti e marinai, sulla liberazione delle città sovietiche e sulla rinascita dell’economia nazionale. Dopo la guerra, ha continuato a lavorare come pittore fino alla sua morte a Mosca nel 1976.
Artista versatile e prolifico, Vialov ha sempre avuto un’intensa e prestigiosa attività espositiva sia in patria che all’estero, tra cui l'Esposizione Internazionale di Parigi (1925) e la Biennale di Venezia (1932). Nel 1981 si è tenuta a Mosca un’importante personale postuma e nel 2011 i suoi poster sono stati esposti nella mostra Windows on the War: Soviet TASS Posters at Home and Abroad, 1941-1945, tenutasi presso l’Art Institute di Chicago. Nello stesso anno i suoi progetti sono stati inclusi nella mostra Building the Revolution: Soviet Art and Architecture 1915-35 alla Royal Academy of Arts di Londra.

MUSEI

Mosca, Galleria Tret’jakov
Mosca, Museo Pushkin
Mosca, Museo del Teatro Bakhrushin
Mosca, Museo di Storia Contemporanea Russa
San Pietroburgo, Museo di Stato Russo
San Pietroburgo, Museo Navale Centrale
San Pietroburgo, Museo di Storia della Religione
Perm, Galleria Statale d’Arte
Nizhny Tagil, Museo di Belle Arti
Veliky Ustyug, Museo d’Arte
Smolensk, Museo d’Arte
Chicago, The Art Institute
Colonia, Museo Ludwig