ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV

Paesaggio - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Paesaggio (T-226)
Fieno - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Fieno (T-200)
Contadina - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Contadina (T-150)
Neve di Maggio - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Neve di Maggio (T-205)
Le nuvole - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Le nuvole (T-186)
Bagni - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Bagni (T-129)
Ciliegio fiorito - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Ciliegio fiorito (T-189)
Altalena - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Altalena (T-216)
Giornata nuvolosa - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Giornata nuvolosa (T-202)
Cespuglio di lillà - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Cespuglio di lillà (T-53)
Fiori - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Fiori (T-96)
Primavera - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Primavera (T-55)
Portatrice d'acqua - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Portatrice d'acqua (T-16)
Ragazza in blu - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Ragazza in blu (T-161)
Sorbo selvatico - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Sorbo selvatico (T-57)
Olia - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Olia (T-157)
Campo di patate - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Campo di patate (T-67)
Primavera - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Primavera (T-201)
Betulle gialle - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Betulle gialle (T-112)
Vicino al villaggio - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Vicino al villaggio (T-25)
Cattedrale di S. Giorgio a Novgorod - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
Cattedrale di S. Giorgio a Novgorod (T-107)
In veranda - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
In veranda (T-174)
La treccia - ALEKSEJ e SERGEJ TKACEV
La treccia (T-136)

Aleksej e Sergej TKACEV (Chuchunovka, Brjansk, 1925 e 1922)

Di origine contadina, i fratelli Tkacev nascono nel piccolo villaggio Chuchunovka, nell’odierna regione di Bryansk; Sergej intraprende i primi studi artistici a Vitebsk, Aleksej a Mosca. Dopo la seconda guerra mondiale studiano all’Accademia Surikov di Mosca sotto la guida di grandi maestri quali Sergej Gerasimov e Igor Grabar. Inizialmente lavorano solo in modo indipendente, ma nei primi anni Cinquanta inizia la loro collaborazione artistica, dipingono anche a quattro mani e divengono membri dell’Unione degli Artisti Russi nel 1952. Tra le numerose onorificenze collezionate nell’arco della loro lunga carriera ricordiamo, per entrambi, il titolo di Artista Emerito dell’Unione Sovietica, il Diploma d’Onore del Presidium del Soviet Supremo, Artista del Popolo e, dal 1978, membri dell’Accademia delle Arti dell’URSS. Nel loro ricchissimo curriculum artistico figurano decine di prestigiose mostre internazionali, compresa la Biennale di Venezia del 1964, e corpose monografie pubblicate non solo in Russia ma anche in Cina, Italia e Stati Uniti. I loro dipinti sono stati esposti alla Smithsonian International Gallery di Washington e al Guggenheim di New York. Nel 2011 la Galleria Tret’jakov di Mosca ha dedicato loro una grande retrospettiva dal titolo Brothers Tkachevs. About the Motherland (I Fratelli Tkacev. La Terra Madre).
Unanimamente riconosciuti dalla critica tra i principali rappresentanti della pittura russa del secondo dopoguerra, della quale ne hanno influenzato lo sviluppo, i fratelli Tkacev sono esemplari esponenti del realismo russo degli anni Cinquanta e Sessanta, ampiamente contaminato dall’Impressionismo sovietico che ha attraversato tutto il XX, fino a lambire il XXI, secolo. Il loro sodalizio creativo è uno dei fenomeni dell’arte russa della seconda metà del XX secolo.

MUSEI

Le opere dei fratelli Tkacev si trovano nei musei di tutto il mondo e uno è stato loro interamente dedicato nella città natale. Alcuni dei musei che ospitano le loro opere:

Mosca, Galleria Tret’jakov
Mosca, IRRI/IRRA (Istituto dell’Arte Realistica Russa)
Mosca, Coll. Ministero della Cultura
San Pietroburgo, Museo di Stato Russo
Brjansk, Museo Fratelli Tkacev
Ivanovo, Museo d’Arte Moderna
Odessa, Museo d’Arte Moderna
Kiev, Museo d’Arte Russa
Novgorod, Museo d’Arte Gorky
Perm, Galleria d’Arte di Stato
Rostov, Galleria d'Arte Moderna
Saratov, Museo Radishev
Smolensk, Museo Smolensk
Tomsk, Museo d’Arte Moderna
Tver, Accademia Repin
Vologda, Galleria d’Arte Moderna
Taiwan, Museo Dragon
Pechino, Museo d’Arte Moderna
Bloomington,Usa, The Museum of Russian Art

Le opere dei fratelli Tkacev sono trattate in permanenza dalla Galleria d’Arte Pirra e sono pubblicate a colori su monografie curate dalla Galleria.