ACHILLE LEGA

Studio per il tram giallo - ACHILLE LEGA
Studio per il tram giallo (Lega)

Achille LEGA (Brisighella 1899 – Firenze 1934)

Pittore e incisore, si trasferisce a Firenze nei primi anni del Novecento. Tra il 1914 e il 1915, durante un soggiorno a Pistoia, riceve i primi rudimenti della xilografia e collabora con La Tempra. Stringe amicizia con Carrà e soprattutto con Soffici e Conti con cui comincia a sperimentare la scomposizione, la deformazione e la sintesi degli oggetti e della figura. Nei suoi primi disegni e acqueforti il Futurismo si fonde con il Cubismo per approdare negli anni Venti ad esiti pittorici che possono essere considerati antesignani dell’aeropittura codificata nel 1929. Insieme a Conti fa parte del gruppo di pittori de L’Italia futurista e collabora al Centone di Conti e Pavolini. Partecipa alla Grande Esposizione nazionale futurista (Milano, Genova, Firenze) del 1919 con numerose opere. Nel corso degli anni la sua ricerca avanguardistica comincia ad esaurirsi. Il ritorno dalla guerra di Soffici determina la sua adesione al “ritorno all’ordine”, che lo accomuna a quasi tutti gli altri componenti del gruppo futurista fiorentino.
Espone alla Biennale di Venezia dal 1928 al 1934; nel 1931 è tra i partecipanti della I Quadriennale d'Arte di Roma.